Apri/Chiudi menu PROTEGGIAMO IL PASSATO COSTRUIAMO IL PRESENTE PROGETTANDO IL FUTURO

Hai bisogno di informazioni?
Contattaci »

Chiamaci:
(+39) 091 24 31 71

Martedì 10 dicembre 2019 si è svolto un incontro, inserito nel ciclo di conferenze che la Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali di Palermo organizza, che ha visto protagonista l’Impresa Scancarello.

Il tema dell’incontro verteva sulle “Opere di messa in sicurezza nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli”. Tali opere sono state installate dalla nostra Impresa, ma si è contribuito anche alla progettazione definitiva, andando a realizzare una struttura provvisoria necessaria per poter determinare con estrema esattezza le misure degli elementi portanti.

Relatori della conferenza sono stati l’Arch. Lina Bellanca, Soprintendente di Palermo, ed il dott. Giacomo Scancarello che ha seguito i lavori per l’impresa ed ha riferito anche per il prof. Ing. Teotista Panzeca, progettista, che era tra i relatori ma è stato impossibilitato a presenziare all’ultimo momento.

Il Soprintendente ha riferito sulle caratteristiche di questo particolare intervento, il cui obbiettivo di evitare il peggiorare dell’effetto di schiacciamento sui piloni destri della navata centrale si è accompagnato a particolari richieste estetiche. Infatti, i piloni garantiscono la visione interne delle cappelle, sopra le quali si ergono i 3 piani di convento costruiti nei secoli e che determinano le lesioni. Nello specifico, l’arch. Bellanca ha evidenziato come la necessità di un indagine accurata sulle cause di questo schiacciamento, la difficoltà nel reperire i fondi per un progetto definitivo ed i tempi tecnici richiesti, avrebbero di fatto impedito la godibilità delle cappelle e danneggiato così le molte visite dei turisti che la Chiesa della Gancia riceve per via delle sue numerose cappelle gentilizie e dei suoi preziosi decori del Serpotta, Gagini, Buongiovanni e molte altre eccellenze.

Il dott. Giacomo Scancarello ha invece riferito, oltre che sul sistema studiato dall’Ing. Panzeca, sull’iter di realizzazione delle opere provvisorie. Nello specifico si è posto l’accento sulle difficoltà logistiche e sul rischio di ledere i numerosi elementi di decoro che ornano le cappelle. Rischio evitato grazie alla doviziosa cura avuta nella fase di montaggio, ma soprattutto grazie alla predisposizione di un sistema di lenze che ha reso possibile progettare non solo i singoli elementi ma anche i movimenti necessari per il montaggio. Inoltre, poiché ogni singola cappella presenta delle differenze rispetto alle altre, è stato necessario procedere alla costruzioni di piloni “taylor-made”.

All’incontro si è tenuto a Palazzo Ajutamicristo, nuova sede della Soprintendenza, ed ha visto la presenza di numerosi tecnici e architetti interessati all’argomento e alla realizzazione dello stesso, che hanno partecipato alla conferenza con domande e curiosità.

Copyright © Impresa Scancarello - Partita IVA: 02468550823
Made with ♥︎ by EDP